illuminazione Dolce & Gabbana a Palermo
riflessioni strategie di marketing 0 Commenti ,

Perchè l’evento Dolce & Gabbana fa bene al Marketing Territoriale di Palermo

Da oggi e per tutto il fine settimana Palermo sarà la capitale della moda. Gli stilisti Dolce & Gabbana hanno infatti organizzato una serie di sfilate in città, dal titolo “Arte & Artigianalità”, per omaggiare le loro radici locali e professionali. Una città blindata e con misure di sicurezza innalzate al massimo livello per organizzare un evento che richiamerà ospiti provienenti da tutto il mondo.

Quello che stanno organizzando Dolce & Gabbana costituisce ciò che dovrebbe fare Palermo come città a livello di Marketing Territoriale: attrarre investitori e multinazionali per opportunità di business nel territorio. Tempo fa ho parlato del fatto che sono le città a far crescere l’economia di una nazione, attirando capitali e risorse provenienti dalle multinazionali che, disponendo di un volume d’affari piuttosto ampio e stabilendo la propria attività localmente, possono far crescere e prosperare le città dal punto di vista economico e sociale.

Non mi riferisco solamente alla presenza di Dolce & Gabbana a Palermo, che comunque sta conferendo visibilità alla città, con foto e video da parte degli stessi stilisti postate sui proprio account dei Social Network, interviste ai giornali, articoli sul sito web ufficiale sui 10 motivi per visitare Palermo; l’opportunità di investimento riguarda gli ospiti invitati all’evento, clienti degli stilisti, ospiti provenienti da tutto il mondo (cinesi, giapponesi, americani, russi, secondo quanto dichiarato dagli stessi), che potranno apprezzare le bellezze della città e il suo potenziale e che, disponendo probabilmente di risorse e capitali, potranno cogliere delle opportunità di business da sfruttare se decidessero di investire localmente.

L’evento costituisce una sorta di “prima esperienza” con le multinazionali nel campo del Marketing Territoriale, da inserire nel “Curriculum Vitae cittadino” e da mostrare per i prossimi incontri con aziende di un certo calibro. Chiaramente, azioni di questo tipo devono essere pianificate ed organizzate dalle più importanti istituzioni della città, da chi le amministra e dai rappresentanti di spicco della cittadinanza, che dispongono di visibilità, risorse ed esperienza. Servirebbe un piano di analisi della situazione, identificazione del target, scelta degli obietti, delle strategie e delle azioni da effettuare, come spiegato nel mio articolo citato sopra.

Gli stilisti vogliono far “conoscere Palermo a tutto il mondo”, e l’evento rappresenta “un’opportunità per la Sicilia e Palermo” senza precedenti, un esempio che spero possa essere sfruttato per le future strategie di marketing territoriale, anche a livello turistico, per trovare nuove occasioni di business con Multinazionali e Grandi Aziende. Un possibile punto di svolta per costituire un piano di crescita dal punto di vista economico, sociale e intellettuale.

Pubblicato da

dario valentino

Blogger, Consulente Seo, Digital Advertising & Growth. Un patito delle tecnologie, del Web e dello Sport. La mia biografia la trovi alla pagina "Chi sono".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *