Aereoporto di Trapani Birgi
riflessioni 2 Commenti , , ,

Perché è importante mantenere l’accordo di Co-Marketing tra Ryanair e Trapani

Sin dagli inizi, ho seguito con un certo interesse la vicenda dell’accordo di Co-Marketing tra Ryanair e l’Aeroporto di Trapani. L’accordo, finalizzato al sostegno dei flussi turistici nel territorio attraverso l’aeroporto, prevedeva un aiuto economico da parte dei Comuni della provincia di Trapani. Vorrei di seguito esprimere alcune mie opinioni, nonostante ciò non riguardi direttamente la città di Palermo – ComPA’ osserva anche i fenomeni di Marketing esterni.

In questi giorni si parla del rischio di non vedere rinnovato l’accordo, che scade negli ultimi mesi di quest’anno, o persino di interrompere in anticipo i rapporti, lasciando l’Aeroporto “Vincenzo Florio” privo della sua principale compagnia aerea. La causa sarebbe il ritardo/mancato pagamento da parte di alcuni comuni che hanno stipulato l’accordo, alla società che gestisce il Marketing per conto di Ryanair, la Airport Marketing Services, in breve AMS.

Non voglio però entrare nel merito della questione, la vicenda è piuttosto complessa, gli attori coinvolti sono diversi, e dietro la scelta di non rispettare gli accordi sicuramente ci saranno precise strategie politiche, economiche e finanziarie. Preferisco attenermi alla questione prettamente di Marketing e alle opportunità di sviluppo che da esso ne potrebbero derivare.

Nello specifico, la AMS si occupa principalmente della gestione degli spazi pubblicitari sul sito web della Ryanair, che peraltro vende a tariffe onerose; di conseguenza questa società si attiva a promuovere Trapani negli spazi in suo possesso – la Home Page in primis – oltre a quelli acquistati per conto della stessa Ryanair su altri siti web. Non solo, nell’accordo sarebbero previsti anche attività di promozione all’interno dell’aeroporto e in quelli con cui Birgi è collegato. Da ciò si comprende come Trapani e provincia possa ottenere un’elevata visibilità, che potrebbe sfruttare nel lungo periodo.

Per come appare la vicenda, così come se ne scrive sulle testate giornalistiche, sembra piuttosto che l’accordo consista in un semplice pagamento a Ryanair per evitare di disinvestire dall’Aeroporto di Trapani, o per dirla con un termine ahimé piuttosto conosciuto, un pizzo da corrispondere alla compagnia aerea. In aggiunta, il tentennamento dei comuni nel rispettare i termini dell’accordo, a mio avviso potrebbe anche derivare dalla mancata capacità di comprendere cosa realmente comporti unire gli sforzi per una strategia di Marketing territoriale a lungo termine.

Perché dunque è importante mantenere i rapporti con Ryanair, anche a prescindere dall’accordo di Co-Marketing?

In primo luogo, come penso sia chiaro a tutti, per sostenere e sviluppare il turismo a Trapani, provincia e in tutta la Sicilia Occidentale; ma la condizione per cui aumenti il flusso turistico è che si facciano gli investimenti, e non solo da parte degli enti pubblici per quanto riguarda ad esempio le infrastrutture e i trasporti, ma anche da parte delle associazioni di categoria e delle strutture ricettive, oltre che da tutto l’indotto (ristoranti, centri benessere, attività commerciali in genere).

L’accordo dunque rappresenta un’opportunità che va oltre il Co-Marketing stesso; da esso possono nascere nuove iniziative, che potrebbero rafforzare l’offerta turistica dell’intero territorio. Tra queste posso citare le partnership che potrebbero o sarebbero dovute nascere a seguito della sottoscrizione dell’accordo nel 2014, tra i Comuni, l’Aeroporto, e con gli altri Aeroporti, come quello di Pantelleria (a tal proposito questo comune ha partecipato all’investimento ma in seguito a deciso di rescindere) o quello di Palermo. I comuni in questo senso si aspettano qualcosa, anche perché fin adesso non ci sarebbe nessun concreto investimento a cui abbia fatto seguito l’accordo, in particolare da parte degli enti pubblici provinciali e regionali.

È infine importante che una azienda come Ryanair rimanga presente sul territorio. Quando ho parlato della situazione economica di Palermo, ho anche detto che le città crescono economicamente e prosperano grazie agli investimenti delle multinazionali, che disponendo di ingenti risorse e capitali, contribuiscono in modo determinante all’economia locale. In questo profilo rientra perfettamente Ryanair.

Per queste e altre ragioni, è necessario che l’Aeroporto di Birgi continui ad essere un hub Ryanair. Non solo la pronvincia di Trapani, ma tutta la Sicilia ne può beneficiare.

Pubblicato da

dario valentino

Blogger, Consulente Web Marketing. Un patito delle tecnologie, del Web e dello Sport. La mia biografia la trovi alla pagina "Chi sono".

2 thoughts on “Perché è importante mantenere l’accordo di Co-Marketing tra Ryanair e Trapani

  • Franco La Rocca

    Ma chi ti paga, Ryanair? Queste sono le cose che dice ryanair. C’era bisogno di uno che, facendo il saputello, Le trascrivesse come farina del suo sacco?

    • dario valentino Post author

      Ciao Francesco, al contrario di ciò che pensi, non esiste alcun tipo di collaborazione tra me e Ryanair.
      Preferirei conoscere la tua opinione, invece di esprimere considerazioni che esulano l’argomento dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *