Logo EXPO 2015
riflessioni 0 Commenti , ,

La Sicilia all’Expo 2015, un’occasione unica e irripetibile

È di qualche settimana fa l’accordo siglato a Palermo tra la Regione Sicilia e Unioncamere per l’Expo 2015 che si terrà a Milano. L’obiettivo è quello di “promuovere il sistema economico siciliano“, sfruttando il binomio cibo-cultura e offrendo l’opportunità di valorizzare e promuovere le eccellenze agroalimentari del nostro territorio. L’accordo sancisce l’inizio delle attività di marketing territoriale con cui, tramite l’esposizione, si potrà diffondere il brand Sicilia presso i mercati esteri.

Ma l’Expo 2015 rappresenta un’occasione unica e irripetibile per la nostra regione, un’occasione che deve sfruttare per creare maggiori opportunità di crescita nell’isola. A mio parere, promuovere le imprese agroalimentari siciliane presso possibili investitori internazionali è determinante per valorizzare appieno un settore che, insieme a quello del turismo, probabilmente rappresenta la principale risorsa su cui il territorio può fare affidamento per investire su sé stessa e scommettere nel suo futuro.

Sarà determinante fare marketing attuando opportune strategie di Relazioni Pubbliche. Dovranno essere coinvolte il più possibile le imprese, sia a livello di rappresentanza di una determinata filiera produttiva, sia a livello individuale rendendole partecipi del processo di promozione.

Secondo me, sarà inoltre determinante promuovere il turismo enogastronomico. L’accoppiata turismo-alimentazione dovrà essere messa in luce per dare una seria occasione a questa particolare tipologia di settore, che rispetto ad altre realtà rinomate come il distretto del Chianti o quello della Valpolicella, non è abbastanza sviluppata. Valorizzare le strade del Vino siciliane ma anche altri caratteristici tour come quello dell’olio o altre legate allo Street Food può rivelarsi vincente per rendere la Sicilia maggiormente appetibile agli occhi del pubblico che visiterà i padiglioni dell’Expo.

All’amministrazione regionale è stata data una grande responsabilità, ovvero essere a capo del padiglione-cluster “Bio-Mediterraneo“, in cui saranno presenti i paesi di questa area geografica. Essendo la prima regione italiana ad essere diventata Official Partner di Expo 2015, la Sicilia può dimostrare molto, a cominciare dall’essere in grado di gestire progetti di ampio respiro come questo, di sapersi occupare di tutti gli aspetti logistico-organizzativi e altri più propriamente legati al marketing e alla comunicazione – e magari dimostrando a tutti di essere meno spreconi o approssimati come ci conoscono.

Cosa più importante di tutte, però, sarà dare seguito a tutto quello che verrà organizzato e presentato investendo nel territorio. Scommettere sul futuro della Sicilia passa anche dal non fermarsi all’evento in sé, ma dal creare le opportunità per aziende, enti e associazioni per confermare tutto quello che verrà organizzato durante l’Expo. Il miglioramento delle infrastrutture e dei servizi sarà una componente strategica e funzionale allo sviluppo economico dell’intero territorio.

La Sicilia ha bisogno di svolgere un ruolo di protagonista, e l’Expo può rappresentare un trampolino di lancio per l’economia locale da non lasciarsi sfuggire. C’è in ballo la nostra immagine, l’esposizione può essere un punto di svolta per attività ed eventi futuri, da organizzare possibilmente nel nostro territorio.

Cosa ne pensi, sei d’accordo? Su quali strategie di promozione dovrebbe puntare la Sicilia all’Expo 2015 nei confronti dei mercati esteri ma anche a favore delle sue imprese?

Se vuoi ricevere tutti i nuovi articoli di ComPA’ via mail, clicca su questo indirizzo 😉
 

Pubblicato da

dario valentino

Blogger, Consulente Web Marketing. Un patito delle tecnologie, del Web e dello Sport. La mia biografia la trovi alla pagina "Chi sono".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *