Internet delle Cose

Ieri sono stato al convegno “Internet delle Cose” organizzato dal GDG di Palermo al Consorzio Arca, presso l’Università degli Studi di Palermo. In breve, questo termine è un neologismo con cui si vuole indicare un’estensione dell’utilizzo di Internet a oggetti o prodotti, migliorando le proprie caratteristiche e il loro utilizzo.

Tra gli interventi – tutti interessanti, dalla tecnologia Bluetooth Smart in grado di mandare impulsi e segnali da un dispositivo ad altri oggetti consumando minore energia, a WU-SNap una piattaforma di automazione per aziende per gestire in maniera remota i processi aziendali per arrivare infine al FabLab di Palermo e ai prodotti che fabbrica grazie all’utilizzo di Arduino – mi ha colpito l’intervento sul Marketing di Prossimità, una tecnica che, in un dato luogo, propone prodotti e servizi tramite l’utilizzo delle tecnologie digitali per stimolare maggiormente l’interazione con i potenziali clienti.

Nell’intervento, realizzato da Riccardo D’Angelo della Edisonweb, ci ha mostrato come grazie a un’isola espositiva su cui sono stati installati uno schermo e un sensore facciale, fosse possibile creare interazione con i potenziali clienti e adattare la comunicazione in base alle azioni che essi svolgevano, oltre a raccogliere dati in tempo reale in modo da aggregarli per azioni mirate. Con il Marketing di Prossimità si instaura una maggiore personalizzazione del messaggio e si realizza un maggiore coinvolgimento tra brand e potenziale cliente: grazie all’utilizzo di tecnologie mobili o visive si può realizzare una comunicazione maggiormente interattiva, dinamica e facilmente misurabile, con una maggiore esperienza per chi ne usufruisce. Sicuramente una nuova frontiera del Marketing che avrà importanti sviluppi nel futuro.

Pubblicato da

dario valentino

Blogger, Consulente Web Marketing. Un patito delle tecnologie, del Web e dello Sport. La mia biografia la trovi alla pagina "Chi sono".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *