strategie di marketing 0 Commenti , ,

La comunicazione di Fiasconaro e la forza del passaparola

Sono stato a Castelbuono, in provincia di Palermo, per comprare i prodotti dell’azienda Fiasconaro. Il negozio, o meglio, il bar e la pasticceria si trovano nella piazza principale del paese, l’uno di fronte all’altro. Fiasconaro è un’azienda pasticcera rinomata in Italia e nel mondo, e mi vorrei soffermare sui motivi per cui l’hanno resa così famosa. Precisamente vorrei analizzare la comunicazione che fa l’azienda, gli strumenti e le strategie che adotta per promuovere il marchio e i suoi prodotti.

Innanzitutto, bisogna dire che, prima di qualsiasi comunicazione, un prodotto deve essere buono, fatto bene e deve piacere a chi lo prova. Sicuramente, le qualità e la bontà dei prodotti hanno creato le basi per aggredire le quote di mercato. Ma non basta. Perché non tutti i prodotti buoni o considerati tali ci riescono e la bontà di un prodotto, da sola e con mercati concorrenziali e saturi, non è sufficiente a diffondersi e venire acquistato.

Presepe FiasconaroPassando alla comunicazione nel punto vendita, si può dire che il bar all’interno è elegante e ben allestito come tanti, ma il suo punto di forza sta nella degustazione: ogni mattina davanti l’ingresso viene allestito un banchetto dove è possibile provare il panettone appena sfornato, non solo quello tradizionale, ma anche ai vari gusti che l’azienda produce e spedisce in tutto il mondo ogni giorno.

Sicuramente è un’ottima strategia – regalare qualcosa per ricevere di più direi – specialmente perché Castelbuono è ogni giorno metà di turisti che, oltre a visitare i luoghi del paese, vengono a comprare i panettoni e gli altri prodotti dolciari che così possono provarli prima di acquistare. La pasticceria espone in vetrina i suoi prodotti migliori (c’era un presepe fatto con il panettone e le statue di cioccolato bianco) e vi è una stanza dove negli scaffali illuminati da dietro sono posizionati tutti i panettoni, oltre alle creme e i prodotti abbinati o già confezionati in un cesto. Inoltre, alla cassa si può prendere un depliant con il catalogo prodotti, realizzato con una grafica curata e con dei testi ricercati che sicuramente invogliano e stimolano all’acquisto. Sono esposte delle foto e dei ritagli di giornale con articoli e notizie su Fiasconaro e sui suoi prodotti dolciari, tra queste, vi è anche un’immagine, una simil-affisione ironica ma intelligente, dove l’astronauta Paolo Nespoli mangia il panettone Fiasconaro, a seguito dell’approvazione da parte della NASA per avere giudicato i prodotti idonei per le missioni spaziali.

Passando al sito web, è strutturato in modo essenziale, con tutte le informazioni sull’azienda, le attività e ciò che produce, ma dal numero impressionante di notizie si può notare come l’azienda faccia una grande e frequente attività di PR tutto l’anno, pianificando eventi, partecipando a congressi fiere e concorsi, presenziando a cerimonie, organizzando buffet e banchetti, e specialmente rilasciando interviste a programmi tv e stampa. In questo senso Fiasconaro si muove bene facendo parlare di sé molto spesso, e questa attività di branding la si deve a uno dei fratelli che si occupa esclusivamente del settore marketing.

Mi preme sottolineare, però, che tutta la comunicazione fatta, o alcune tecniche adottate, non hanno fatto altre che legittimare un riconoscimento e una notorietà di base che è data dal passaparola che si è creato attorno a Fiasconaro e ai suoi prodotti. Questo tipo di comunicazione, che non è controllabile, è virale, e come un virus si è propagato da una persona all’altra, diffondendo l’idea della bontà e della gustosità dei panettoni e dei dolci dell’azienda di Castelbuono. Anche cercando nel web, si può vedere come nei blog, nei forum e nei siti si parli bene del panettone Fiasconaro, esaltandone le qualità e invitando a provarlo. Il tutto senza fare nessuna pubblicità tradizionale in nessun mezzo. Come già fanno tante altre aziende, hanno compreso che si può essere conosciuti e affermati anche senza ricorrere alla classica pubblicità in tv, alla radio o a mezzo affissione, concentrandosi sulle politiche di prodotto e su quelle tecniche che consentono di diffondere più velocemente ed efficacemente il proprio messaggio, risparmiando le proprie risorse.

Le attività di comunicazione, le qualità del prodotto in sé e il passaparola che si è creato hanno sicuramente fatto guadagnare a Fiasconaro la fama e la sua fetta di mercato, diventando una delle aziende italiane e internazionali di rilievo, uno dei maggiori produttori di prodotti dolciari artigianali.

Pubblicato da

dario valentino

Blogger, Consulente Seo, Digital Advertising & Growth. Un patito delle tecnologie, del Web e dello Sport. La mia biografia la trovi alla pagina "Chi sono".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *